Il video

Droni sommergibili per trasporto di droga: ecco la tecnologia "fai-da-te"

In Spagna smantellata un'organizzazione che aveva inventato un sistema ibrido per portare cocaina attraverso lo Stretto di Gibilterra

In Spagna, la Policía Nacional ha arrestato otto persone - a Cadice, Malaga e Barcellona –, una banda specializzata nella fornitura di “logistica” per i trafficanti di droga. E per la prima volta si sono imbattuti in una “nuova tecnologia”: prototipi di droni semi-subacquei per il traffico di droga che sarebbe usato per portare la cocaina attraverso lo Stretto di Gibilterra.

"Tre veicoli subacquei senza pilota sono stati recuperati, uno dei quali quasi finito e due ancora in costruzione", recita una nota della polizia spagnola. I prototipi "dovevano essere consegnati ai narcotrafficanti francesi per essere utilizzati per il trasporto di quantità significative di cocaina".

I trafficanti sono sempre alla ricerca di trovate per nascondere le spedizioni di droga: questa inedita soluzione è stata perfezionata per mesi fino a creare l’incrocio tra drone e sottomarino senza equipaggio, pronto a trasportare fino a 200 chili di droga con autonomia di 50 chilometri, guidati dal Gps. Uno di quei modelli, a metà tra il fai-da-te e l’hi-tech, è stato presentato dalla polizia spagnola nel cortile della Questura di Algeciras.