Ciclismo

Tour de France interrotto da attivisti. Necessario l'intervento della Gendarmerie nationale

A circa 30 km dall'arrivo della decima tappa del Tour de France l'organizzazione ha neutralizzato la corsa, fermandola e congelando i distacchi in corso. La misura è stata presa per la presenza di alcuni manifestanti sul percorso

Stop forzato per la 10/a tappa del Tour de France, a Morzine a Megève di 148.5 km. Un gruppo di sette manifestanti ha fatto irruzione sul percorso con tanto di fumogeni, occupando la strada. Per motivi di sicurezza gli organizzatori hanno deciso quindi di fermare i corridori, con l'italiano Alberto Bettiol in fuga da solo a circa 35 km dal traguardo. Visto lo stop, i corridori ne hanno approfittato per dissetarsi. La corsa è ripartita dopo una decina di minuti.

L'organizzazione del Tour de France, dopo l'intervento della Gendarmerie che hanno spostato i manifestanti dalla strada, ha fatto ripartire Bettiol. Trascorsi circa 7 minuti di distacco dal leader della corsa, anche il gruppo dei ciclisti è stato fatto ripartire. La tappa in corso è la decima, 148 km tra Morzine Les Portes du Soleil e Megève.