La prova di forza

Dopo i ripetuti sconfinamenti di jet e navi cinesi, Taiwan attiva i sistemi di difesa missilistica

Ventidue jet militari cinesi hanno superato la linea mediana dello stretto tra Taiwan e Cina entrando nello spazio aereo gestito dalla difesa di Taipei. Lo riferiscono i media di Taiwan citando fonti militari

Gli aerei e le navi da guerra cinesi hanno attraversato la ‘linea mediana’ dello Stretto di Taiwan nel secondo giorno di esercitazioni militari su vasta scala in risposta alla visita a Taipei della presidente della camera americana Nancy Pelosi: in una nota, il ministero della difesa dell'isola ha definito le ultime manovre come “altamente provocatorie”. A partire dalle 11 locali (5 in Italia), “Più aerei da guerra e navi da guerra cinesi hanno condotto esercitazioni intorno allo Stretto di Taiwan e hanno attraversato la linea mediana dello Stretto”, ha affermato il ministero.

In particolare 22 jet militari cinesi avrebbero superato la linea mediana dello stretto tra Taiwan e Cina entrando nello spazio aereo gestito dalla difesa di Taipei. Lo riferiscono i media di Taiwan citando fonti militari. Si tratterebbe di 12 caccia Sukhoi Su-30, 8 Shenyang J-11 e 2 Shenyang J-16. In risposta Taiwan ha fatto decollare alcuni intercettori e ha attivato i sistemi di difesa missilistica.