AUSTRALIA

La parlamentare indigena cambia il giuramento ed etichetta Elisabetta II come regina colonizzatrice

Lidia Thorpe ha alzato il pugno destro omaggiando il Black Power mentre giurava a malincuore di servire la monarca di 96 anni, capo di stato dell'Australia

Il pugno destro alzato sopra la testa durante il giuramento in Parlamento - così Lidia Thorpe, senatrice australiana dei Verdi, indigena, ha voluto omaggiare il “Potere Nero” ed etichettare la regina della Gran Bretagna Elisabetta II con una promessa fatta a malincuore a Sua Maestà la Regina Elisabetta II anche Capo di stato dell'Australia. Ma in Aula l'etichetta della regina colonizzatrice non è piaciuta e al brusio è seguito il richiamo del presidente del Senato che ha invitato Thorpe a limitarsi alla lettura della “formula”. Così è stato. Intanto in Australia i leader indigeni australiani continuano la loro azione per il pieno riconoscimento delle minoranze indigene, chiedono ai governi di consultare gli aborigeni, e di contrasto alla lotta delle ingiustizie.