Iniziati i referendum sull'adesione alla Russia nelle repubbliche di Donetsk e Lugansk

Fino al 27 settembre

Nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, così come nelle regioni di Zaporizhia e Kherson, sono iniziati questa mattina i referendum sull'ingresso nella Federazione russa considerati dagli osservatori occidentali una vera e propria farsa voluta da Mosca per dare una parvenza di legalità all'invasione del paese confinante.

 

 Le votazioni - spiega la RIA Novosti - proseguiranno per cinque giorni. "Oggi alle 8 ora di Mosca è iniziato il processo per lo svolgimento di un referendum sull'adesione alla Federazione Russa della Repubblica popolare di Donetsk. Le votazioni si svolgono nella forma precedentemente stabilita in tutto il territorio della Repubblica di Dontesk, controllato dalle autorità della repubblica", ha dichiarato Vysotsky Vladimir, presidente della commissione elettorale locale. A sua volta, la presidente dell'omologo organismo dell'autoproclamata repubblica di Lugansk, Elena Kravchenko, ha detto ai giornalisti che alle 8 tutti i seggi elettorali sul territorio hanno iniziato a funzionare. Ce ne sono 461 in totale, e "tutte le schede sono state consegnate".