"Il cavallo e la torre"

Il filosofo francese Lévy: "Non bisogna sempre rispettare l’elettorato". Damilano si dissocia

Il francese Bernard-Henri Lévy si è lasciato andare ad alcune affermazioni sul pericolo fascista e sulle volontà popolari

“Ieri il filosofo francese Bernard-Henri Lévy si è lasciato andare ad alcune affermazioni sul pericolo fascista in Italia e in Europa e sul fatto che il voto degli elettori non sempre va rispettato. Da alcune affermazioni ho preso le distanze in diretta, altre non le condivido e lo ripeto”, ha detto il giornalista Marco Damilano in apertura de 'Il cavallo e la Torre' su Rai 3, in risposta alle polemiche innescate dalla puntata di ieri. Ospite della puntata di stasera lo storico Giovanni Orsina, che ha dichiarato: “È ridicolo pensare che il fascismo sia alle porte in Italia”.