Verso il voto

Giuseppe Conte: "Sul reddito di cittadinanza Meloni vuole la guerra civile"

L'intervista al presidente del Movimento Cinque Stelle ospite a Studio 24

L' allarme democratico lanciato da Enrico  Letta se dovesse vincere il centrodestra? "Non userei questi toni,  l'Italia è una democrazia è avanzata e solida. Ma c'è da distinguere  tra i programmi, quelli della destra sono inadeguati e insufficienti,  come lo sono quelli di altre forze politiche del resto", così ha risposto il leader del M5s Giuseppe Conte, intervistato da Rainews24. Conte ha commentato le proposte avanzate dalla leader di FdI: "Meloni togliendo il Reddito di cittadinanza vuole la guerra civile. Lei guadagna da oltre 20 anni 500 euro al giorno con i soldi dei cittadini e vuole togliere 500 euro al mese alle persone in difficoltà facendo la guerra ai poveri", ha detto il presidente dei Cinque stelle. "Giorgia Meloni inizia ad impaurirsi di governare un Paese, che sta attraversando un momento molto difficile, anche perché non mi sembra che ci sia una classe dirigente adeguata in Fratelli d'Italia. Si sta già prefigurando un governo con una grande accozzaglia perché tutti possano partecipare a una fetta di potere, tutti possano avere una poltrona adeguata su cui sedersi e mi sembra che i bisogni dei cittadini scompaiono sullo sfondo", ha poi aggiunto Conte.