Ritorno sulla Luna

Artemis 1 è in viaggio verso la Luna con tanta Italia a bordo: il video del lancio

Le immagini della partenza dal Kennedy Space Center a Cape Canaveral

Prende il via il nuovo programma lunare Artemis che culminerà verso il 2025 con lo sbarco della prima donna e del prossimo uomo sulla Luna. Veicoli spaziali, moduli abitativi, robot e sistemi di connessione consentiranno di vivere lo spazio in modo sostenibile. E per realizzare questo nuovo, ambizioso obiettivo dell'umanità c'è il meglio dell'industria spaziale concentrato sulle prossime missioni lunari a bordo delle quali salgono anche player storici dell'aerospazio italiano. C'è tanta Italia, infatti, a bordo della prima missione lunare Artemis 1 che vede in volo anche il cubesat italiano Argomoon, un gioiello della tecnologia spaziale made in Italy. A tenere altro il nostro tricolore nella nuova era di missioni lunari della Nasa, con Esa partner, è l'Asi che sottolinea come il nostro Paese abbia “un ruolo da protagonista con il settore spaziale italiano guidato dall'Agenzia Spaziale Italiana”. Realizzato dalla torinese Argotec, l'Asi indica che il cubesat Argomoon è l'unico satellite europeo che andrà in orbita lunare.

Con la missione Artemis 1 appena lanciata “stiamo lavorando, e questo è il primo passaggio di una lunga serie, per riportare l'umanità sulla Luna. Non so se io andrò sulla Luna ma sto lavorando e ognuno sta dando il proprio contributo e questo è già per me un grandissimo privilegio”, è il primo commento a caldo dell'astronauta italiano dell'Esa, Luca Parmitano, che commenta il lancio della prima missione del grande programma lunare Artemis di Nasa e Esa partner che vede anche l'Italia in prima linea con l'Asi.