Il video dell'intervista

Carri armati Leopard: "Fondamentale grande disponibilità pezzi di ricambio", esperto militare al Tg1

Pietro Batacchi, Direttore Rivista Italiana Difesa: "Sono molto diffusi in Europa, ne ha 1.700: decisivo per questa guerra di lunga durata". E spiega perché Kiev chiede con insistenza i carri armati tedeschi, invece degli Abrams degli Usa

"I carri armati Leopard 2 sono più semplici degli Abrams americani", il video dell'intervista al Tg1 all'esperto militare Pietro Batacchi, direttore della Rivista Italiana della Difesa, sulle armi chieste con insistenza dall'Ucraina alla Germania: "Sono molto diffusi in Europa, ne ha 1.700: decisivo per questa guerra di lunga durata".

La Germania, che produce il carro Leopard e deve approvarne la riesportazione, non ha ancora deciso se inviare i propri carri armati in Ucraina, ma non si opporrà all'addestramento di personale ucraino per i carri armati Leopard da parte di altri Paesi alleati, ha detto il ministro della Difesa Boris Pistorius nella conferenza stampa tenuta a Berlino con il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. "Non c'è nessuna novità" riguardo all'invio dei carri, ha detto il ministro della Difesa tedesco ribadendo che "la Nato non deve diventare parte del conflitto".

Der Spiegel: “Decisione presa, la Germania manderà i suoi Leopard in Ucraina”
Secondo una indiscrezione raccolta dal quotidiano tedesco Der Spiegel invece : “La decisione è presa: la Germania manderà i Leopard in Ucraina” e permetterà ad altri Paesi alleati di inviare i propri. Stando alle informazioni del settimanale, Berlino sarebbe pronta a consegnare “almeno una compagnia” dei suoi carri armati pesanti, che Kiev ritiene necessari per fronteggiare l'invasione russa.

Intanto il ministro della Difesa polacco, Mariusz Blaszczak, ha riferito di aver chiesto ufficialmente alla Germania l'autorizzazione all'invio di carri armati a Kiev. Domanda che il governo tedesco ha detto che esaminerà "con la dovuta urgenza".

Da parte sua la Russia ha fatto sentire la sua pressione. Non verrà "niente di buono" dalla fornitura di carri armati tedeschi Leopard all'Ucraina, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass. "Le nostre relazioni sono già a un punto molto basso e non si vede alcun dialogo sostanziale con la Germania e gli altri membri dell'Unione Europea e dell'Alleanza Nord Atlantica", ha detto Peskov. Le eventuali forniture di carri armati "non sono di buon auspicio per le relazioni future e lasceranno sicuramente un segnoinevitabile sul futuro di tali relazioni".