La guerra in Ucraina

Kiev: “Uccisi 690 soldati russi nelle ultime 24 ore. Quasi 140 mila dall'inizio della guerra”

Nelle immagini alcuni soldati ucraini arroccati tra Marinka e Vuhledar sparano contro il nemico. Stando alle dichiarazioni del vice comandante della 79a brigata Bohdan, i russi in questa zona non sarebbero riusciti ad avanzare

“Sono 690 i soldati russi uccisi nelle ultime 24 ore in Ucraina”, riferisce lo Stato Maggiore dell'esercito di Kiev, aggiornando a 139.770 il numero dei militari russi da inizio guerra. Nel bollettino diffuso dalle autorità di Kiev ci sono anche di 3.290 carri armati distrutti, quattro nella giornata appena trascorsa, così come 2.303 lanciarazzi. Le “debolezze russe”, almeno secondo il ministero della Difesa britannico, vanno cercate nella produzione industriale militare: “quasi certamente inferiore alle richieste del ministero della Difesa per finanziare la campagna Ucraina e per ripristinare i requisiti di difesa di lungo termine”. Secondo gli aggiornamenti giornalieri dell'intelligence britannica: “Gli alti dirigenti russi sono consapevoli che la produzione di armamenti sta diventando una debolezza critica, aggravata dall'errore di calcolo strategico e operativo dell'invasione dell'Ucraina”.