Crisi mediorientale

Gaza, le immagini del campo profughi di Jabalia distrutto: decine di morti

Fatah, il partito del presidente dell'Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas, ha proclamato una "Giornata della rabbia"

Sono almeno 145 i morti provocati da un bombardamento contro il campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza. Lo riferiscono fonti sanitarie. Almeno 90 delle vittime sono state trasportate all'ospedale indonesiano della Striscia, mentre altri 55 sono stati portati al centro Kamal Adwan, entrambi nel nord dell'enclave.

Fatah, il partito del presidente dell'Autorità nazionale palestinese, Mahmoud Abbas (Abu Mazen), ha proclamato una “Giornata della rabbia”, dopo il presunto raid israeliano contro il campo profughi. Lo riporta il quotidiano israeliano Haaretz secondo cui la protesta coinvolgerà la parte settentrionale della Cisgiordania.