Inviato del Tg1 in diretta da Ashkelon, esplode un razzo e si interrompe il collegamento: sta bene

Matteo Alviti si collega poi al telefono e rassicura sulla sua sicurezza, era già sfuggito ad un'esplosione nel pomeriggio

Mentre è in diretta da Ashkelon con il Tg1 delle 20, l'inviato Matteo Alviti deve interrompere il collegamento per l'esplosione di un razzo vicinissimo. Poi al telefono rassicura sulla sua salute. Già nel pomeriggio, come aveva fatto vedere prima dell'interruzione, era scampato per poco ad un'esplosione. "Dieci secondi e sarei morto": è il suo drammatico racconto del. Il giornalista, insieme all'operatore Maurizio Calaiò e alla producer Sahera Dirbas, ha rischiato la vita durante un pesante attacco con razzi Qassam da parte di Hamas. Dopo essere scesi dalla macchina, diversi razzi hanno colpito l'area dell'hotel Regina nel quale Alviti e la sua troupe alloggiano. Una serie di razzi, caduti a poca distanza dalla macchina di Alviti, ha devastato il mezzo e distrutto un'altra auto.