"Parliamo di uomini e donne che non c'entrano con Hamas"

Il Ministro Crosetto da Vespa a "Cinque minuti" sulla crisi a Gaza: "Era importante dare un segnale"

Gli aiuti umanitari per la popolazione sono arrivati in Egitto da dove saranno trasportati a Gaza tramite il valico di Rafah

L'Italia si muove per spegnere le fiamme del conflitto in Medioriente mettendo in campo la Difesa perché non siano i civili a pagare per Hamas. L'annuncio arriva direttamente dal ministro Guido Crosetto che da subito ha chiesto di fare "una chiara distinzione tra Hamas, che è una organizzazione terroristica pericolosa che punta alla distruzione dello Stato di Israele, e il destino, presente e futuro, del popolo palestinese che sta patendo, per colpe non sue, lutti e drammi pesantissimi. Ecco perché la Difesa è pronta, con tutti i suoi assetti a compiere tutto il possibile per aiutare la popolazione civile e, appena possibile, fornire generi e beni di prima necessità, oltre che ad evacuare civili, sia stranieri che israeliani che arabi, i quali ne facessero richiesta per ragioni di salute".