Viva Rai2!

Favino recita poesie al semaforo e con Fiorello canta l'inno di Mameli sulla musica di quello Usa

Esilarante siparietto dell'attore che ha recitato poesie ai divertiti automobilisti fermi al semaforo sul Lungotevere

Ospite della settima puntata dello show mattutino di Raidue è stato Pierfrancesco Favino.  L'attore e doppiatore questa volta si è superato: lanciato 'in missione' da Fiorello, il suo compito è stato quello di "portare la  cultura in strada".        E lo ha fatto partendo da un semaforo in lungotevere Diaz: prima con  un teschio in mano, in riferimento a Shakespeare. Poi, scattato il  rosso, si è spostato sulle strisce pedonali con tanto di leggio e ha  iniziato a recitare 'L'infinito' di Leopardi. Una scena replicata  anche in seconda battuta, con tanto di raccolta di 'oboli': "La  cultura paga", ha scherzato Favino dopo aver raccolto tre euro da un  automobilista fermo al semaforo. Fiorello, che poi ha accolto l'attore nel 'glass', non ha avuto dubbi: "Una scena che resterà negli annali  della televisione italiana".        

 

Favino ha infine ironizzato anche sulla polemica degli attori  americani che interpretano personaggi italiani, dopo il caso di Adam  Driver in 'Ferrari'. "E' come se prendessimo Boldi per interpretare  Bush", la battuta di Fiorello a chiusura, mentre la 'trovata' di  Favino è stata di interpretare l'inno italiano sulla musica di quello  americano, 'The Star-Spangled Banner'.