Crisi mediorientale

Il ministro israeliano Gallant avverte Hezbollah, possiamo trattare Beirut come Gaza

Gallant risponde al leader di Hezbollah Nasrallah che ha dichiarato che il sud del Libano resterà "un fronte di pressione per Israele"

"Negli ultimi giorni abbiamo assistito a una  serie di minacce da parte di Netanyahu, Gallant e Gantz. Noi  continueremo su questa strada. Ogni giorno effettuiamo le nostre  valutazioni. Il nostro rimarrà un fronte di pressione" per Israele. Lo ha dichiarato il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah,  in un discorso televisivo.

"Continuando ad attaccare il nord di Israele, gli Hezbollah sono vicini a commettere un grave errore". Ha risposto il ministro della difesa d'Israele Yoav Gallant durante una visita alle truppe sul confine con il Libano. "Sono qui per dire ai cittadini del Libano che ho già visto i cittadini di Gaza camminare con le bandiere bianche per dirigersi lungo la costa al sud". "Gli Hezbollah stanno trascinando il Libano in una guerra che può scoppiare - ha aggiunto - sta facendo un errore". “I nostri piloti hanno la prua diretta a Nord”, ha avvertito, “a Gaza abbiamo usato solo il 10% della nostra aeronautica”.