L'intervista

Il ministro Nordio a RaiNews24: "Pagelle ai magistrati le darà il CSM, rafforzata l'indipendenza"

Tra gli alti temi: test psicoattitudinali per i magistrati, approvazione della riforma della giustizia. "Entro primavera il progetto costituzionale sulla separazione delle carriere”, ha detto il ministro della Giustizia

Sì alle pagelle per i magistrati, “non vedo la macchinosità del sistema” e “faccio presente che il giudizio di questi magistrati viene dato dagli stessi magistrati del Consiglio superiore della magistratura senza nessuna interferenza del potere esecutivo. Vi è, anzi, una estensione di garanzia nei confronti dei magistrati”. Così il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, ai microfoni di Rainews24. Il ministro ha anche specificato che “ogni volta che viene meglio specificata la tassatività di un comportamento che può essere fonte di un illecito una persona sa quello che può fare e quello che non può fare”. 

Nordio ha risposto anche sui test psicoattitudinali dei magistrati, rassicurando che non ci deve essere “nessun scandalo” nel “ritenere che chi svolge una mansione estremamente importante possa essere sottoposto a un esame psicoattitudinale”. Ha specificato che ovviamente si tratta di una “materia complessa” e che pertanto va “concordata anche con il CSM, gli ordini forensi e quelli accademici”.

E sull'approvazione della riforma, il ministro sottolinea di avere un “cronoprogramma mandato alla presidenza del Consiglio dei ministri, che è stato rispettato, la prima parte è già al Senato, la seconda parte sarà portata al Consiglio dei ministri entro poco tempo ed entro primavera presenteremo anche il progetto di riforma costituzionale sulla separazione delle carriere