Mindanao

Terremoto di magnitudo 7.6 a largo delle Filippine, nei video le persone fuggono urlando

Per fortuna è rientrato l'allarme Tsunami lanciato questo pomeriggio dopo la scossa

Un terremoto di magnitudo 7.6 si è verificato nelle Filippine nel pomeriggio 8ora italiana) di sabato 2 dicembre. Inizialmente il Centro aveva affermato che, in base alla magnitudo e alla posizione, si prevedevano onde di tsunami potenzialmente "pericolose per la vita" che avrebbero potuto interessare le Filippine meridionali, l'Indonesia, Palau e la Malesia

Per fortuna l'allarme tsunami è rientrato: "In base a tutti i dati disponibili, la minaccia tsunami è ora passata", scrive nel suo aggiornamento l'Us Tsunami Warning System mettendo comunque in guardia sul fatto che "in alcune aree  costiere", vicino all'epicentro del sisma, "possono verificarsi nelle prossime ore fluttuazioni minori del livello del mare".

Secondo l'Usgs, il sisma è avvenuto a una profondità di circa 33 km. A lanciare l'allarme anche il sistema di allerta tsunami degli Stati Uniti.