Secondo anno di guerra in Ucraina

Bucha commemora i suoi "eroi caduti", nel secondo anniversario della guerra

La madre di un soldato ucciso: "Vent'anni. Ma è già un eroe. Non ha avuto paura, è partito fin dai primi giorni. Per proteggere Bucha prima di tutto. All'inizio era un volontario, poi a marzo ha prestato giuramento. Me l'ha detto solo tre mesi dopo"

I residenti della città ucraina di Bucha, che ha subito uccisioni di massa di civili nel 2022 ed è rimasta sotto una brutale occupazione russa durante un mese, si riuniscono in un cimitero per onorare la memoria dei soldati ucraini uccisi in guerra. 

"Vent'anni. Ma è già un eroe. Non ha avuto paura, è partito fin dai primi giorni. Per proteggere Bucha prima di tutto. All'inizio era un volontario, poi a marzo ha prestato giuramento. Me l'ha detto solo tre mesi dopo. Mi ha portato fuori e me l'ha detto", dice Svitlana Chernikova, madre di un soldato ucciso nei primi giorni della guerra, a soli 20 anni.

La donna prosegue: "Ha servito a Bucha, e poi ad Avdiivka, Novooleksandrivka. Una ferita, una, al cervello. Tre giorni in coma, ma non ne è uscito. Vent'anni, e una vita intera davanti. Poteva sposarsi, ma non aveva tempo. Semplicemente non aveva tempo".