Erdogan in visita in Egitto per la prima volta da dodici anni - Video

Gli sforzi per fermare la guerra a Gaza al centro dei colloqui con al-Sisi, la cui ascesa al potere fu causa del lungo gelo tra le cancellerie

La visita di Tayyip Erdogan in Egitto, la prima dal 2012, è un grande passo in direzione della riconciliazione di due tra le maggiori potenze del Medio Oriente. I colloqui si concentreranno sugli sforzi per fermare l'offensiva israeliana nella Striscia di Gaza ed è prevista una conferenza stampa finale, seguita da una cena formale.

Le relazioni tra Ankara e il Cairo si erano interrotte nel 2012, quando al-Sisi aveva guidato il colpo di stato militare che portò alla cacciata del presidente eletto Mohamed Morsi, affiliato all'organizzazione transnazionale della Fratellanza Musulmana, alleata della Turchia. 

La visita è il coronamento degli sforzi diplomatici compiuti negli ultimi anni per distendere le relazioni tra i due stati. L'anno scorso erano stati nominati gli ambasciatori e nelle scorse settimane la Turchia aveva annunciato una fornitura di droni all'Egitto. 

Sisi ha salutato Erdogan quando è sceso dall'aereo al Cairo con la moglie e hanno conversato mentre camminavano su un tappeto rosso al suono di una fanfara, come mostrano queste immagini. 

Morsi è morto in prigione in Egitto nel 2019. Altri membri di spicco dei Fratelli Musulmani sono in carcere in Egitto o sono fuggiti all'estero, anche in Turchia. La Fratellanza rimane fuori legge in Egitto.

video: TURKISH PRESIDENCY / AFP