Il filmato dalle Forze d'assalto

Esplosione dello Starlink usato dai russi: il video diffuso dalle truppe ucraine con il dispositivo

"Distrutta la stazione di comunicazione satellitare Starlink della SpaceX di Elon Musk scoperta nelle postazioni delle truppe russe vicino al fronte". Postato su Telegram il filmato di un drone vicino al terminale e l'esplosione che lo ha distrutto

Il video dall'alto mostra quello che sembra essere un dispositivo Starlink, di connessione internet satellitare, di quelli donati da Musk anche all'Ucraina, in dotazione invece alle truppe russe, e distrutto da un drone di Kiev.

I droni: da ricognizione, ad arma per colpire
 

Forze d'assalto ucraine hanno distrutto la stazione di comunicazione satellitare Starlink della SpaceX di Elon Musk scoperta nelle postazioni delle truppe russe vicino al fronte. Lo riporta il Kyiv Post citando le forze d'assalto ucraine che hanno postato su Telegram il filmato di un drone vicino al terminale e l'esplosione che lo ha distrutto.
Gli operatori dei droni da ricognizione della 71ma brigata hanno detto di aver  identificato il modem che sospettavano potesse essere stato "rubato o introdotto di nascosto": "I russi non hanno più Starlink. Almeno, non nel raggio d'azione della nostra brigata", hanno affermato su Telegram.

Kiev: "Arrivare a un milione di droni nel 2024", con l'obiettivo di "Colpire a 1000 Km di distanza"
 

Mancanza di munizioni indiziata principale per la caduta di Avdiivka
E intanto, Zelensky deve fare i conti con la mancanza di munizioni - indiziata numero uno per la caduta di Avdiivka - e di ricambio per i militari al fronte, tanto che il presidente ha firmato un decreto che consente agli stranieri e agli apolidi di prestare servizio nella Guardia nazionale. Il leader ucraino vede l'aiuto occidentale confermarsi nei nuovi accordi di sicurezza - presto anche quello con l'Italia - e nei pacchetti annunciati dagli alleati, come i 247 milioni di dollari per forniture militari annunciati dalla Danimarca e i 200 razzi Brimstone promessi da Londra.