I premi dell''Academy britannica

Il documentario di guerra ucraino "20 Days in Mariupol" premiato al BAFTA

"Sentiamo che dobbiamo continuare a parlare di ciò che sta accadendo ora in Ucraina. E siamo felici di questa opportunità", ha detto il regista Mstyslav Chernov

Il documentario di guerra ucraino “20 Days in Mariupol”, prodotto da The Associated Press e PBS “Frontline”, ha vinto domenica sera il premio per il miglior documentario alla 77esima edizione dei British Academy Film Awards.

"Sentiamo che dobbiamo continuare a parlare di ciò che sta accadendo ora in Ucraina. E siamo felici di questa opportunità", ha detto il regista Mstyslav Chernov, che ha catturato la straziante realtà della vita nella città assediata con un team di AP.

Chernov ha detto che la storia della città e la sua caduta sotto l’occupazione russa “è un simbolo di lotta e un simbolo di fede. Grazie per aver dato forza alla nostra voce, continuiamo a combattere”.

Il produttore Derl McCrudden ha detto che la vittoria "rafforza il potere del giornalismo dei testimoni oculari".

Il film è stato anche nominato come miglior documentario agli Academy Awards, segnando la prima nomination all'Oscar dell'AP nella storia di questa testata giornalistica nata 178 anni fa.

La coproduzione tra “Frontline” di AP e PBS è stata girata durante le prime tre settimane di guerra in Ucraina all’inizio del 2022.

Chernov, giornalista e regista ucraino, arrivò a Mariupol un'ora prima che la Russia iniziasse a bombardare la città. Con lui c'erano il fotografo Evgeniy Maloletka e la produttrice sul campo Vasilisa Stepanenko.