Guerra in Ucraina

In rete i video dell'abbattimento dell'aereo radar russo sul mare d'Azov

L'aereo, un A-50, è impiegato per il supporto ed il controllo delle azioni in cielo ed sul mare. Il suo costo è di oltre 300 milioni di dollari ed è il secondo che Kiev abbatte da gennaio 2024

"Attività di ricognizione, attacchi mirati oltre le linee: i droni hanno sostituito per priorità i carri armati"

Il media Novaya Gazeta ha diffuso oggi la notizia di un abbattimento di un aereo radar russo A-50 sul Mar d'Azov nel tardo pomeriggio di Venerdì 23 febbraio. Non ci sono per ora conferme o commenti da parte di Mosca, ma circolano in rete alcuni video che mostrerebbero sia il momento in cui l'aereo viene colpito in volo, sia il luogo sulla costa dove si sarebbe schiantato dopo l'abbattimento. Un aereo dello stesso tipo era già stato abbattuto a gennaio 2024. 

L'A-50 è un velivolo di preallarme e controllo aereo, progettato per svolgere missioni di posto comando, monitoraggio dello spazio aereo, intercettazione di comunicazioni e coordinamento di velivoli impegnati in missione di combattimento, è in grado di rilevare bersagli aerei fino a 230 km di distanza e navali non oltre i 400 km. È quindi un velivolo molto importante a livello strategico e Kiev ne celebra l'abbattimento come un grande risultato. 

Ucraina 2 anni dopo: è la prima "guerra dei droni". Come è cambiato il conflitto