L'oppositore di Putin

La madre di Navalny: "Mi minacciano, vogliono seppellire mio figlio in segreto"

Lyudmila Navalnaya ha dichiarato di aver visto il corpo di suo figlio e di stare resistendo alle forti pressioni delle autorità che le hanno chiesto di accettare una sepoltura segreta, al riparo dagli sguardi indiscreti del pubblico

La madre del leader dell'opposizione russa Alexei Navalny ha dichiarato di aver visto il corpo di suo figlio e di stare resistendo alle forti pressioni delle autorità che le hanno chiesto di accettare una sepoltura segreta, al riparo dagli sguardi indiscreti del pubblico.

“Vogliono che tutto sia fatto di nascosto, senza cerimonie, vogliono portarmi in un cimitero di periferia, vicino a una tomba fresca, e dirmi 'qui giace tuo figlio'. Non sono d'accordo", ha dichiarato Lyudmila Navalnaya in un video registrato dal team Navalny. La donna ha detto di essere stata portata all'obitorio e di aver potuto vedere la salma del figlio.

Secondo la donna, gli investigatori hanno già stabilito la causa della morte, "e tutti i documenti legali e medici sono pronti. Il referto medico mostrato alla donna "afferma che le cause del decesso sono naturali". "Legalmente avrebbero dovuto restituirmi immediatamente il corpo di Alexei, ma non lo hanno fatto. Invece mi stanno ricattando", ha spiegato Lyudmila Navalnaya. 

"Sto registrando questo video perché hanno iniziato a minacciarmi. Guardandomi negli occhi, dicono che se rifiuto un funerale segreto, faranno qualcosa con il suo corpo. L'investigatore  mi ha detto apertamente 'Il tempo è contro di te, il cadavere si va decomponendo'". Secondo la donna, le pressioni potrebbero arrivare dal Cremlino o dal Comitato investigativo russo, un potente organismo investigativo. "Voglio che per voi, per tutti quelli che ritenevano Alexei una persona cara, per chi ha vissuto la sua morte come una tragedia personale, ci sia l'opportunità di dirgli addio", ha concluso.