Secondo anniversario della guerra in Ucraina

lnaugurato il monumento "La Croce degli Eroi" a Vyshhorod, vicino a Kiev

Svyatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, ha benedetto il monumento: "Qui uomini hanno dato la vita affinché questo confine di morte non si estendesse su tutta l'Ucraina"

Religiosi, soldati e funzionari ucraini hanno inaugurato questo sabato il memoriale della "Croce degli Eroi" a Vyshhorod, una piccola città fuori Kiev. Il piccolo centro è stato scelto come sito del monumento perché gli elicotteri russi vennero fermati su queste colline dalle forze ucraine durante i primi giorni dell'invasione su larga scala.

Il memoriale è stato inaugurato nell'anniversario del secondo anno dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Svyatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, ha benedetto il monumento appena inaugurato con l'acqua santa. "Su questo confine, che è stato segnato dal sangue di tanti coraggiosi figli e figlie della nostra Patria, oggi ci siamo riuniti per creare una memoria affinché l'Ucraina e il mondo li ricordassero. Hanno dato la vita affinché questo confine di morte non si estendesse su tutta l'Ucraina". Il memoriale coperto di vetro è illuminato con luci stellate in modo da rappresentare l'anima dei soldati perduti, ha concluso.

Iryna Shpak, moglie del soldato ucraino caduto Dmytro Shpak, ha detto: "Spero che questo luogo dia l'opportunità alle famiglie che hanno perso i loro cari di lasciare qui il loro dolore. E perché ci sia un posto che dia modo alla gente di non dimenticare che molte persone hanno dato la loro vita affinché noi potessimo stare qui con voi ora e vivere le nostre vite".