Washington

Si dà fuoco davanti all'ambasciata israeliana: morto un militare americano

È deceduto in ospedale per le gravi ustioni riportate il venticinquenne che si è filmato mentre si immolava gridando "Palestina libera"

È morto in ospedale, per le gravi ustioni riportate, Aaron Bushnell, il soldato dell'aeronautica americana che si è dato fuoco davanti all'ambasciata israeliana a Washington. Il 25enne si è filmato mentre si immolava e invitava a "liberare la Palestina".

Nel video condiviso sui social si vede l'uomo camminare verso l'ambasciata con in mano una borraccia piena di liquido infiammabile. Una volta raggiunto il cancello si è versato il liquido addosso e con un accendino si è dato alle fiamme, urlando ripetutamente "Palestina libera".

Nel video l'uomo aveva dichiarato: "Non sarò più complice del genocidio", prima di aggiungere che quanto fatto è poco rispetto alla sofferenza dei palestinesi.