Non solo Navalny e Politkovskaja, sono decine gli oppositori russi morti misteriosamente

Solo i giornalisti sono oltre 200. L'approfondimento sulle morti più che sospette di giornalisti, attivisti, manager e politici, invisi al presidente russo Putin

Avvelenati con un thè al polonio, caduti dalla finestra, oppure assassinati con un colpo di pistola a Mosca o all’estero, tanti gli oppositori di Putin che hanno perso la vita. Solo i giornalisti sono oltre 200.

L’inviata di RaiNews24, Emma Farné, cura l’approfondimento in studio.