Un'eruzione di classe X6.3, la più forte dell'attuale ciclo solare

Potenti esplosioni sul Sole: sono i brillamenti più grandi degli ultimi anni

Le immagini catturate dal Solar Dynamics Observatory della NASA. Possibili blackout nelle comunicazioni radio e delle rete elettriche

Nel giro di 24 ore, il Sole ha emesso una serie di brillamenti potentissimi, il più forte dei quali ha raggiunto il picco giovedì 22 febbraio alle 23:34 ora italiana, con una intensità di classe X6.3.

Si tratta del più grande brillamento dell'attuale ciclo solare e il più potente dal 2017, quando si verificò un’eruzione di classe X8.2.

L’evento è stato catturato dal telescopio spaziale Solar Dynamics Observatory della NASA che ha condiviso queste straordinarie immagini della nostra stella in cui il brillamento più intenso si presenta come un "lampo luminoso nella parte superiore sinistra del Sole".

Nessun rischio per la vita o le infrastrutture sulla Terra, ma sul lato illuminato dal Sole potrebbero verificarsi interruzioni delle comunicazioni radio ad alta frequenza e blackout.

I brillamenti solari sono rilasci di energia dal Sole capaci di sprigionare la potenza di milioni di bombe atomiche e che possono avere un impatto "sulle comunicazioni radio, sulle reti elettriche, sui segnali di navigazione e rappresentare un rischio per i veicoli spaziali e gli astronauti", spiega l'Agenzia spaziale americana.

Le eruzioni di classe X sono le  più forti e il numero indica il grado di intensità.