La morte dell’oppositore di Putin

San Pietroburgo, la gente mette nuovi fiori per Navalny appena vengono rimossi - Video

Come in altre città della Russia, persone non identificate passano a togliere i fiori in memoria del dissidente morto in carcere, ma immediatamente vengono sostituiti da altri

Il video, girato domenica 18 febbraio da un reporter della Reuters, mostra persone in borghese non identificate che rimuovono i fiori appoggiati vicino al monumento alle vittime della repressione politica a San Pietroburgo in memoria di Alexei Navalny. 

Appena tolti, le persone in fila per piangere la morte del più strenuo tra gli oppositori di Vladimir Putin ne collocano immediatamente di nuovi. 

Un segno vivido della resistenza di parte del popolo russo al tentativo del regime di mettere la sordina a quanto avvenuto venerdì scorso nella colonia penale IK-3, il famigerato “Lupo polare”, la struttura penitenziaria dove il dissidente è morto.

Secondo OVD-Info, ong che si batte contro la persecuzione politica e per la libertà di riunione in Russia, più di 400 persone sono state arrestate durante gli eventi organizzati in 32 città della Federazione dopo la morte di Alexei Navalny.