Striscia di Gaza

Il caos nell'ospedale Nasser di Khan Younis durante l'irruzione israeliana - Video

Idf: "Operazione precisa e limitata", Hamas vi si nascondeva e i corpi di alcuni ostaggi potrebbero essere ancora lì. Islamisti: "Menzogne"

Le forze di difesa israeliane (Idf) hanno fatto irruzione nell'ospedale al-Nasser di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza. Questi video ottenuti dall'agenzia britannica Reuters mostrano il caos tra le corsie piene di polvere e fumo. Il portavoce militare Daniel Hagari ha parlato di un'operazione "precisa e limitata", a seguito della raccolta di “informazioni credibili” secondo le quali Hamas si nascondeva nella struttura sanitaria, vi teneva gli ostaggi e che i corpi senza vita di alcuni di loro sarebbero ancora lì. Un portavoce Hamas ha bollato tutto ciò come “menzogne”. Le autorità sanitarie dell'exclave controllata da Hamas hanno detto che Idf ha fatto uscire gli sfollati e le famiglie del personale medico che si riparavano nell'ospedale: circa 2000 persone, arrivate nelle ore personali nelle città di Rafah e Deir al-Balah.

L'uomo che parla nel video dice di chiamarsi Mohammad al Moghrabi, di essere uno sfollato, e racconta che ieri notte a seguito della richiesta israeliana di evacuare l'ospedale “alcune persone sono uscite e hanno sparato, quindi sono tornate indietro e alcune di loro sono state ferite e uccise”. Poi, "stamattina hanno detto che c'era un passaggio sicuro, così siamo usciti, ma non era sicuro. Ci hanno avvicinato con un bulldozer e un carro armato, ci hanno insultato, ci hanno lasciato per quattro ore sotto il sole, ogni 30 minuti lasciavano passare 5 o 3 o 2 persone".