Kiev

Secondo anniversario di guerra, Zelensky firma accordi strategici con l'Italia e il Canada

Il video dell'intervento del capo di Stato ucraino in conferenza stampa congiunta con Meloni, von der Leyen, Trudeau e De Croo: "L'isolamento di Putin deve essere isolamento vero"

“Tutto dovrebbe arrivare a tempo debito, quando è necessario” ha rimarcato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nella conferenza congiunta del G7 a Kiev, in cui ha nuovamente ringraziato i Paesi che hanno sostenuto l'Ucraina. “Ci manca tantissimo nell'aviazione per difendere scuole, bambini, università, ospedali. Dobbiamo assicurarci anche che Karkhiv non soffra ancora di più, ma non riusciamo a proteggere le persone se non riusciamo a contrattaccare”. Il leader ucraino ha sottolineato: "L'isolamento di Putin deve essere isolamento vero e nessuno deve più firmare alcun accordo dietro le quinte con lui".

Nel giorno in cui comincia il terzo anno di invasione russa dell'Ucraina, l'Ucraina ha firmato accordi bilaterali di sicurezza non solo con l'Italia ma anche con il Canada, ha annunciato il primo ministro Justin Trudeau a Kiev, nella conferenza stampa finale, accanto alla premier italiana Giorgia Meloni, al primo ministro belga Alexander de Croo e alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. L'accordo siglato con il Canada prevede il pagamento di circa 2,2 miliardi di dollari in aiuti finanziari e militari a Kiev nel 2024, ha fatto sapere Trudeau.