Nelle sale dal 29 febbraio

Toni Servillo protagonista di "Caracas": un film Marco D’Amore dove Napoli sembra Sin City

Tratto da "Napoli Ferrovia" di Ermanno Rea, il film è l'ultimo lavoro da attore-regista di D'Amore che interpreta "un ragazzo che si è educato intorno ai valori della destra italiana che poi si converte all'Islam"

Toni Servillo è Giordano Fonte, scrittore partenopeo che si trova a vagare per le strade di una Napoli a tratti spaventosa e imponente, ma anche intrigante e affascinante. Accanto a lui c’è Caracas: un uomo che sta intraprendendo un percorso di conversione all’Islam. Giordano esprime il sentimento dell'amore impossibile tra Caracas e Yasmina, mentre si addentra in una metropoli dove ognuno spera di trovare la propria salvezza.