A Donetsk City si vota già per le elezioni presidenziali russe - Video

Questi seggi aperti in strada rimarranno disponibili fino al 14 marzo, per votare è necessario esibire il passaporto russo.

Nell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, una delle quattro regioni ucraine illegalmente annesse da Mosca, i seggi per le elezioni presidenziali russe hanno aperto in anticipo, come mostra questo video di Reuters. Questi seggi aperti in strada rimarranno disponibili fino al 14 marzo, per votare è necessario esibire il passaporto russo. Tra il 15 e il 17, nei giorni ufficialmente designati per le consultazioni nell'intero territorio russo, saranno invece aperti seggi elettorali fissi. Il rigido controllo del Cremlino sul sistema politico-elettorale ha fatto sì che non si sia presentato nessun candidato che si opponga al presidente in carica Vladimir Putin, che cerca un plebiscito per un quinto mandato di sei anni.

"Siamo felici di essere diventati parte della Russia e di essere russi con tutti i diritti. Posso mostrarvi il passaporto. Quindi voteremo per il presidente, vogliamo la pace, la prosperità e tutto il meglio, soprattutto la pace. E l'acqua", dice alla telecamera un'elettrice, Lyudmila Muratova.