Attacchi ucraini in territorio russo

Cinquemila bambini russi evacuati da Belgorod dopo gli attacchi ucraini

Le autorità regionali hanno dichiarato che 9.000 minori saranno trasferiti in altre regioni dopo che l'ondata di bombardamenti e attacchi di droni che ha ucciso oltre una dozzina di civili

Cinquemila bambini sono stati evacuati dalla regione russa di Belgorod, al confine con l'Ucraina, dopo settimane di bombardamenti mortali da parte di Kiev, ha detto sabato il governatore della regione. 
La scorsa settimana le autorità regionali hanno dichiarato che 9.000 minori sarebbero stati trasferiti in altre regioni dopo che un'ondata di bombardamenti transfrontalieri e attacchi di droni ha ucciso oltre una dozzina di civili. 
"Cinquemila dei nostri bambini sono già fuori regione. Ieri, 1.300 bambini sono arrivati a San Pietroburgo, Bryansk e Makhachkala", ha detto il governatore Vyacheslav Gladkov. I bambini che rimangono nella regione e vivono nei comuni vicini al confine, tra cui la capitale della regione Belgorod, passeranno alla didattica a distanza il mese prossimo, ha aggiunto. Ha detto che le aziende che erano state costrette a chiudere a causa degli attacchi saranno autorizzate a riaprire a condizione che "il personale sia addestrato al primo soccorso" e che le finestre siano sigillate con nastro adesivo. 
Belgorod è stata ripetutamente presa di mira da quelli che i funzionari russi hanno definito attacchi ucraini indiscriminati dall'inizio del conflitto più di due anni fa. 
Venerdì, un drone ucraino si è schiantato contro un condominio a più piani nella città di Belgorod, uccidendo un uomo e ferendone altri due, tra cui sua moglie, ha detto Gladkov.