Stipati dentro le valigie: trenta cagnolini salvati al porto di Ancona

Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane li hanno trovati in una vettura sbarcata da una motonave. La coppia a bordo denunciata per traffico illecito di animali da compagnia e per maltrattamento

Ventuno cuccioli stipati in tre trasportini e nove cani adulti, di piccola taglia, tenuti in un unico box. Sono stati trovati dalla guardia di finanza e dall'agenzia delle dogane in un'autovettura sbarcata al porto di Ancona, da una motonave proveniente dalla Grecia. Erano tutti in condizioni precarie, in uno stato di malessere e stress. Dopo essere stati visitati, sono stati affidati a una struttura della provincia di Ancona.

Sull'autovettura, che veniva dalla Turchia, viaggiavano un uomo turco e una donna tedesca. La coppia proprietaria dei trenta cagnolini è stata denunciata all'autorità giudiziaria per traffico illecito di animali da compagnia e per maltrattamento.

I cuccioli hanno meno di 90 giorni, età minima richiesta dalla legge per poter essere trasportati, erano privi di microchip e di documentazione; gli adulti erano invece dotati di microchip, ma con documentazione sanitaria incompleta. Tutti sono stati posti sotto sequestro e a disposizione dell'autorità giudiziaria.