ASviS

Dissesto idrogeologico in Italia, Giovannini: "Serve un testo unico contro il rischio"

L'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile segnala che senza un significativo cambiamento delle politiche vigenti gli eventi catastrofici sono destinati a ripetersi, con danni elevatissimi al sistema economico

Il Policy Brief presentato oggi (i documenti destinati a diffondere il punto di vista dell'ASviS sulle grandi questioni di attualità) dice che tra il 2013 e il 2019 sono stati spesi solo due miliardi di euro per la prevenzione dei rischi, appena un decimo del costo sostenuto per fronteggiare le emergenze nello stesso periodo. Il documento quindi presenta diverse proposte per affrontare con una visione sistemica la questione del dissesto idrogeologico, tra cui: l'individuazione di una procedura uniforme per la gestione delle fasi di emergenza e ricostruzione; l'applicazione del modello della "resilienza trasformativa" alla fase di ricostruzione, evitando di realizzarla senza tenere conto dei rischi, come fatto nel passato; la necessità di triplicare la capacità di spesa per interventi di prevenzione del rischio idrogeologico segnalati dalle Regioni e di competenza del MASE.