Al largo della Crimea

Droni marini ucraini colpiscono e affondano il pattugliatore russo Sergey Kotov - Video

Le immagini riprese dalle telecamere notturne delle imbarcazioni senza pilota. L'operazione è stata rivendicata dall'Intelligence militare di Kiev

Questo video è stato pubblicato dall'Intelligence militare ucraina e mostra le immagini riprese dalle telecamere notturne dei droni marini che si avvicinano al pattugliatore russo Sergey Kotov e lo colpiscono, provocando diverse esplosioni. L'operazione sarebbe stata portata a termine, nelle vicinanze dello stretto di Kerch che collega Mar d'Azov e Mar Nero,  da un'unità speciale chiamata “Gruppo 13” con imbarcazioni senza pilota “Magura V5”. Alcuni blogger militari russi hanno confermato la notizia.

 “Si tratta di una nuova nave del valore di oltre 60 milioni di dollari. Navi di questo tipo sono entrate in servizio di combattimento nel 2017 e il nemico aveva dei piani per loro”, ha affermato Andrii Yusov, rappresentante della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa, "c'erano anche piani per installare un sistema missilistico antiaereo sulla nave stessa. Ci sono già stati tentativi del genere. Meno navi di questo tipo hanno, meno sistemi missilistici antiaerei verranno installati su di esse, il che significa maggiori opportunità per le forze di sicurezza e di difesa ucraine".

Ci sarebbero almeno 7 morti e 6 feriti e “in questo momento la nave si trova sul fondale marino”, ha dichiarato il portavoce della Marina ucraina Dmytro Pletenchuk intervenendo alla tv nazionale. Ha anche riferito che  aggiungendo che la nave trasportava anche un elicottero d'assalto.