Guerra in Medio Oriente

Gaza, gli aiuti alimentari cadono in mare: morti e feriti. Hamas chiede la fine dei lanci dal cielo

“La gente qui muore per una scatoletta di tonno", dice un uomo. Le autorità della Striscia sollecitano l'apertura degli accessi terrestri per i convogli umanitari

Hamas denuncia la morte di 18 persone di cui 12 per annegamento: avevano cercato di recuperare casse di aiuti paracadutate sulla Striscia di Gaza e finite in mare, all'altezza di Gaza nord. Alcune delle vittime non sapevano nuotare mentre altri  sarebbero rimasti intrappolati nelle corde in cui sono avvolti i  pacchi. “La gente qui muore per una scatoletta di tonno”, dice un uomo. Impossibile controllare e organizzare questi lanci dal cielo, per questo Hamas ha chiesto di aumentare gli arrivi degli aiuti via terra.