Ospite a 'Timeline' su Rai 3

Gino Cecchetin e l'odio social:"Non soffro più per gli attacchi...vado avanti in nome di Giulia"

Il papà della 22enne uccisa dall'ex fidanzato, ha presentato il libro 'Cara Giulia' e invitato i giovani in ascolto a mettersi nei panni degli altri prima di scaricare odio da dietro una tastiera

Gino Cecchettin e l'odio sui social, una battaglia che non combatte.

Ospite di Marco Carrara a ‘Timeline’, il papà della 22enne Giulia, uccisa dall'ex fidanzato, mostra ancora una volta di aver scelto la strada dell'amore e non quella dell'odio.

Interrogato dal conduttore riguardo all’odio social ricevuto, ha risposto: “Non riesco a soffrire più per chi mi attacca, il commento che mi viene più comune fare è 'non riesco a capire come faccia'. Io sono motivato nel portare avanti il nome di Giulia e far sì che quello che ha fatto lei rimanga. Un vecchio detto dice “prima di giudicarmi prova a fare dieci passi con le mie scarpe”, è quello che suggerisco a tutti coloro che da dietro una tastiera giudicano senza sapere.