Giornata mondiale dell'acqua

Il "fiume dei rifiuti" del Guatemala, uno tsunami di plastica verso il Mar dei Caraibi

A monte del Rio Las Vacas la discarica urbana della capitale

In Guatemala c'è un fiume tristemente noto per la percentuale record di inquinamento delle sue acque. 

È il Rio Las Vacas, il cui corso è inondato da circa il 60% delle acque reflue e dei rifiuti di Città del Guatemala, secondo i dati della Las Vacas Hydroelectric. 

Una discarica urbana si trova a monte del fiume, uno degli affluenti del Rio Motagua, il principale corso d'acqua dello Stato centramericano che sfocia nel Mar dei Caraibi.

Finora gli sforzi delle organizzazioni ecologiste per evitare che i rifiuti raggiungano il mare sono stati sopraffatti dalla quantità di immondizia. 

Secondo l'organizzazione Ocean Cleanup, il 2% della plastica che finisce negli oceani del pianeta è da addebitare al Motagua e proprio a causa dell'inquinamento proveniente dal Guatemala.

"Stimiamo che fino a 20,000 tonnellate di plastica fluiscano attraverso il bacino del Rio Motagua su base annua", afferma Boyan Slat, CEO di Ocean Cleanup. “Ciò equivarrebbe a circa il 2% delle emissioni complessive mondiali di plastica negli oceani. Per fare un confronto: tutte le emissioni degli aerei, nel mondo, ammontano all'1.9% delle emissioni globali di CO2".