Alta tenzione

Il leader della bande di Haiti, noto come "Barbecue": "Se il premier resta sarà guerra civile"

Il premier è fuggito a Portorico, intanto le gang minacciano "un genocidio"

 Il capo di una gang criminale di Haiti ha minacciato una "guerra civile" se il primo ministro Ariel Henry deciderà di restare al potere, mentre il Paese è in balia di una forte ondata di violenza. "Se Ariel Henry non si dimetterà - ha affermato Jimmy Chérizier, conosciuto con il soprannome di 'Barbecue', in un'intervista alla stampa -, se la comunità internazionale continuerà a sostenerlo, allora andremo dritti verso una guerra civile che porterà a un genocidio".