DragonFire è costato finora oltre 100 milioni di sterline

Il video della prima arma laser britannica in azione: può colpire una moneta a 1 Km di distanza

Il ministero della Difesa ha declassificato le immagini del primo test contro bersagli aerei condotto in Scozia

Il ministero della Difesa britannico ha diffuso il video della prima arma laser sviluppata dal Regno Unito in azione durante un test effettuato nel poligono di Hebrides in Scozia nel gennaio scorso.

Si è trattato, si legge nel comunicato ufficiale, della prima esercitazione contro dei bersagli aerei.

Il raggio è stato filmato attraverso una lente speciale perché in realtà è invisibile a occhio nudo.

L'arma si chiama DragonFire e il suo sviluppo è costato fino ad oggi oltre 100 milioni di sterline ma, secondo Londra, il suo utilizzo sarà molto più economico di un missile tradizionale.

Secondo gli sviluppatori del progetto che rimane top secret, DragonFire può colpire un oggetto grande quanto una moneta a più di un chilometro di distanza.