Milano-Cortina 2026

"Con i nostri impianti milioni di tonnellate di CO₂ 'risparmiati' all'ambiente"

Stefano Illing, Presidente del Consorzio Cortina Delicious, racconta l'ecosostenibilità degli impianti a fune in vista delle Olimpiadi invernali del 2026

Una cabinovia di ultima generazione che collega le Tofane (Son dei Prade) con le 5 Torri (Bai de Dones) capace di rendere finalmente possibile raggiungere e percorrere – sci a piedi – il giro del Sellaronda (Giro dei 4 passi), il Super8 Ski Tour, e il Giro della Grande Guerra. Una finestra che si spalanca ancora di più sul Dolomiti Superski e i suoi 1200 km di piste che si snodano tra le cime più spettacolari al mondo. La Cortina Sky Line collega le 5 torri e Pocol, intercetta molti sciatori che dal Falzarego scendono verso le Tofane e tutto nel segno della sostenibilità. “Abbiamo contratti con fornitori di energia verde, ecosostenibile - spiega Stefano Illing, Presidente del Consorzio Cortina Delicious". “Ogni sciatore sottratto dalla strada significa un'auto in meno e con questo impianto abbiamo evitato di immettere nell'ambiente migliaia di tonnellate di CO₂”.