Iran: la generazione del non voto

"Strumentalizzati dall'Occidente" sostiene Sakineh Sadaat Paad, la responsabile del governo per i diritti umani

L'inviata del Tg1 in Iran intervista la responsabile dei diritti umani del governo Raisi secondo la quale i giovani che si ribellano al regime sarebbero strumentalizzati dalle potenze occidentali. Eppure questi giovani, moltissimi laureati, soprattutto ragazze, affermano di non voler più vivere in Iran perché sottoposti alle regole della sharia, la legge islamica sciita imposta dagli hayatollah.