Corea del Nord

Kim e le esercitazioni militari: stupito dalla potenza del nuovo carro armato corazzato

La presenza di Kim alla manifestazione è avvenuta pochi giorni dopo aver guidato un'esercitazione di artiglieria dell'Esercito popolare

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha guidato ieri un'esercitazione militare che ha coinvolto unità corazzate, esprimendo "grande soddisfazione" per il fatto che un nuovo tipo di carro armato abbia dimostrato "con successo la sua potenza impressionante" nella sua prima esibizione. 

 

  In un dispaccio diffuso oggi, l'agenzia di stampa ufficiale Kcna ha riferito che l'evento era stato progettato "per ispezionare rigorosamente le effettive capacità di combattimento degli equipaggi dei carri armati e per familiarizzare coi metodi di azione al combattimento in diverse missioni tattiche. Facendosi rapidamente strada attraverso le peggiori circostanze di combattimento, i carri armati pesanti hanno colpito immediatamente i bersagli con attacchi potenti fino a sfondare le linee di difesa nemiche con elevata manovrabilità".  Oltre a Kim, alla dimostrazione hanno partecipato alti funzionari di Pyongyang, tra cui il ministro della Difesa Kang Sun-nam. I media ufficiali hanno diffuso anche le foto del leader durante la manifestazione: in una, Kim indossa una giacca di pelle nera circondato da soldati truppe davanti a un carro armato. In un'altra, più carri armati con la bandiera nordcoreana erano impegnati a sparare proiettili. Kim, inoltre, ha sottolineato la necessità di organizzare esercitazioni intensive che "simulano una guerra reale e altre di addestramento per migliorare la capacità di combattimento per poter svolgere qualsiasi missione con prontezza, efficacia e precisione in qualsiasi contingenza".   La presenza di Kim alla manifestazione è avvenuta pochi giorni dopo aver guidato un'esercitazione di artiglieria dell'Esercito popolare coreano, coinvolgendo le unità vicino al confine che si trovano nel raggio di tiro della "capitale del nemico", aveva precisato la Kcna nell'occasione, riferendosi a Seul, la capitale sudcoreana che conta quasi 10 milioni di residenti.