Il video di guerra

Russia afferma di aver distrutto il carburante e i depositi di armi ucraini, Ucraina continua i raid

Sabato le forze russe e ucraine hanno continuato la loro guerra di logoramento, con le prime che hanno affermato di aver neutralizzato i sistemi di difesa aerea, le artiglierie e i depositi di armi e le seconde che hanno affermato di aver abbattuto i

Sabato il Ministero della Difesa russo ha dichiarato in un rapporto quotidiano che il suo esercito ha distrutto un laboratorio di assemblaggio di droni e quattro centri di controllo droni ucraini nella città di Konotop, nell'oblast di Sumy, in Ucraina. Inoltre, la scorsa settimana, l'esercito russo ha distrutto tre sistemi di difesa aerea Patriot di fabbricazione americana, un lanciarazzi multiplo di fabbricazione ceca, più di 10 sistemi di artiglieria di fabbricazione straniera e diversi depositi di carburante, petrolio e munizioni, afferma il rapporto. 

Nel frattempo, lo stesso giorno, lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate ucraine ha affermato che nelle ultime 24 ore si sono verificati 50 combattimenti nelle aree di prima linea dove l'esercito ucraino ha attaccato diverse posizioni di personale ed equipaggiamento militare russo, centri di comando e sistemi di difesa aerea.

Sabato mattina, le forze di difesa aerea ucraine hanno abbattuto due droni d'attacco russi nell'oblast di Kharkov, un drone di Kiev invece ha attaccato la raffineria di petrolio di Syzran, nella regione russa di Samara, ed è stato registrato anche un tentativo di attacco alla raffineria di petrolio di Novokuibyshevsk.