A Gerusalemme centinaia di manifestanti antigovernativi

Manifestazioni a Tel Aviv e altre città per la liberazione degli ostaggi e per nuove elezioni

La protesta, a Tel Aviv, è iniziata con un video proiettato su un grande schermo che mostra spezzoni del discorso del senatore americano Chuck Schumer che si è pronunciato a favore di elezioni anticipate in Israele

Tre diverse manifestazioni di protesta sono in corso a breve distanza l'una dall'altra nella zona di Kirya a Tel Aviv. Sulla 'Piazza degli ostaggi' si sta svolgendo una protesta  per chiedere il rilascio delle persone sequestrate e tenute da Hamas a Gaza, mentre un'altra manifestazione per chiedere elezioni anticipate  si tiene a breve distanza. La protesta è iniziata con un video  proiettato su un grande schermo che mostra spezzoni del discorso del  senatore americano Chuck Schumer che si è pronunciato a favore di  elezioni anticipate in Israele. Brothers and Sisters in Arms, il movimento riservista contrario alla  riforma giudiziaria sta tenendo una propria manifestazione sempre  nella stessa area. Nel frattempo, un gruppo di veterani della guerra dello Yom Kippur del 1973 ha raggiunto la zona delle proteste con un finto carro armato a grandezza naturale, poi fatto allontanare su richiesta della polizia.

A Gerusalemme centinaia di manifestanti antigovernativi si sono radunati davanti alla residenza del presidente per la decima settimana consecutiva chiedendo nuove elezioni, lo scrive il Times of Israel. Tova, un'organizzatrice del gruppo di protesta Safeguarding our Shared Home, chiede al governo di "restituire il suo mandato al popolo" e di indire un altro turno di elezioni. I manifestanti si sono poi diretti verso piazza Parigi, dove ascolteranno i discorsi dei familiari degli ostaggi tenuti da Hamas.