L'annuncio

L'Aquila proclamata Capitale Italiana della Cultura 2026. Sangiuliano: "I giovani saranno attori"

Il capoluogo abruzzese riceverà un milione di euro, messo a disposizione dal ministero della Cultura, per attuare il programma presentato alla candidatura

Queste le motivazioni della scelta della giuria, lette dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano: "Il dossier propone un modello di valorizzazione del territorio e del patrimonio culturale, artistico e naturale. Mira al recupero dell'identità, puntando sulla Cultura intesa come volano per la crescita e come elemento fondante di una comunità. Il progetto coinvolge un numero rilevante di realtà, creando un forte collante con i territori circostanti. Il budget previsto è coerente con gli obiettivi, la strategia di spesa indicata è destinata ad avere un importante effetto moltiplicatore".

"Il palinsesto degli eventi e delle iniziative - ha proseguito il ministro della Cultura - si sviluppa per l'intero anno e copre tutto il panorama dell'espressione artistica e culturale, cinema, teatro, musica e arti visive. Apprezzata l'attenzione ai giovani, che non saranno solo fruitori ma attori. Il progetto adempie agli indicatori del bando con una buona integrazione tra pubblico e privato. Molto apprezzata la centralità e il coinvolgimento del sistema museale, bibliotecario e universitario. Il giudizio è eccellente. Pertanto la giuria all'unanimità raccomanda come Capitale italiana della Cultura 2026 la città dell'Aquila"