Il reportage

I bambini di Sderot, città in trincea

Nella cittadina israeliana più vicina a Gaza riaprono le scuole, ma la guerra è a pochi chilometri - e le ferite del 7 ottobre restano aperte. Arrivano i turisti, i residenti pensano di andare via

La città israeliana di Sderot - almeno 70 vittime il 7 ottobre - prova a ripartire. 
Dopo 5 mesi riaprono le scuole, con programmi di sostegno per i bambini che hanno perso genitori o familiari. Ma l’allarme per la guerra in corso e per i razzi lanciati da Gaza mantiene alta la tensione. E se cresce il turismo dell'orrore sui luoghi delle stragi, tra i residenti c’è chi pensa di andarsene definitivamente.