Il caso

Assange, parla la moglie Stella: "Gli Stati Uniti rinuncino alla causa vergognosa"

Nel video Stella Assange, moglie del cofondatore di WikiLeaks, parla fuori dall'Alta Corte di Londra. La donna ha detto: gli Stati Uniti dovrebbero ''abbandonare la causa vergognosa'' contro Julian Assange, ''è un prigioniero politico"

Gli Stati Uniti dovrebbero ''abbandonare la causa vergognosa'' contro Julian Assange, che ''è un prigioniero politico''. E dovrebbero farlo evitando di fornire all'Alta Corte di Londra le garanzie richieste. L'amministrazione Biden non dovrebbe fornire garanzie. Dovrebbe abbandonare questo caso vergognoso, che non avrebbe mai dovuto essere intentato". “il suo caso è una vergogna per ogni democrazia”.

Queste le dichiarazioni della moglie del giornalista australiano cofondatore di Wikileaks, Stella Assange. ''E' un giornalista ed è perseguitato perché ha denunciato il vero costo della guerra in vite umane", ha aggiunto citata dalla Bbc. ''Questo caso è una vergogna per ogni democrazia'', ha proseguito.

La donna si è poi detta ''sbalordita'' dalla decisione dell'Alta Corte di rimandare il ricorso del marito.