L'approfondimento

Strage al Crocus Hall, cosa non torna nelle accuse della Russia all'Ucraina

Sono molti i punti oscuri nella narrazione della autorità di Mosca, a cominciare dai presunti legami dei terroristi fermati con l'Ucraina e con il luogo dell'arresto ben lontano dal confine ucraino

Nessun poliziotto sul posto, l'incertezza sul luogo dell'arresto dei terroristi, e i legami non provati con l'Ucraina. Sono tanti i punti oscuri sull'attentato a Mosca, in primis i legami dei terroristi con l'Ucraina. L'inviata di RaiNews24 Emma Farnè ricostruisce in studio gli elementi che non combaciano nella narrazione delle autorità russe in merito all'attentato al Crocus City Hall venerdì 22 marzo. Nella strage al concerto sono morte più di 130 persone e altrettanti sono i feriti. Gli arrestati ad oggi sono 11, Putin ieri ha detto che l'Ucraina è stata “una finestra” per i terroristi